Blog di Psikea

Disturbo post traumatico da Stress

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Il disturbo post traumatico da stress (DPTS) indica nel loro insieme i sintomi successivi all’esposizione a traumi, shock, eventi e situazioni non usuali che comportano una sofferenza psicologica protratta.

È un disturbo che si sviluppa in seguito ad eventi traumatici quali ad esempio terremoti, uragani, inondazioni, incidenti aerei, attentati terroristici, guerre, incidenti automobilistici, incidenti in generale, ma anche in seguito a gravidanza e parto, abusi sessuali, mobbing ed altri eventi particolarmente stressanti che si possono riscontrare nella vita quotidiana.

L’interesse originario nell’introdurre questo tipo di disturbo era di natura scientifica: si tentava di studiare le caratteristiche di un disturbo che aveva come protagonisti uomini con alle spalle il trauma bellico della guerra del Vietnam, e l’obiettivo era quello di indennizzare i soldati americani reduci.

Con il trascorrere degli anni gli studiosi hanno ampliato la ricerca del disturbo post traumatico da stress, valutando la possibilità che una simile sintomatologia potesse insorgere anche dopo esposizioni di più modesta entità. Si sono quindi introdotte le diagnosi dovute a incidenti automobilistici, alle rapine, alla violenza fisica e sessuale.

Va sottolineato che non tutti gli eventi traumatici danno vita allo sviluppo di un disturbo post traumatico da stress. Dipende soprattutto dal terreno emotivo psicologico della persona che subisce il trauma ed è altrettanto vero che nel circa 70-80% dei casi questi sintomi tendono a regredire spontaneamente con il passare del tempo.

Disturbo post traumatico da stress sintomi

Per quanto attiene ai criteri diagnostici, si prendono in considerazione quattro gruppi principali di sintomi:

  • Sintomi legati alla presentazione del vissuto traumatico: si può fare esperienza diretta del trauma, oppure assistere ad un evento traumatico accaduto ad altri; si può venire a conoscenza di un evento traumatico accaduto ad una persona con cui si ha una relazione  intima; si svolge una professione critica per la quale vi è ripetuta esposizione a dettagli ed avvenimenti crudi, come ad esempio infermieri del pronto soccorso o dell’ambulanza, pompieri oppure volontari che prestano la loro opera in situazioni catastrofiche. I contenuti del trauma possono ripresentarsi sotto forma di flashback oppure di incubi notturni.
  • Evitamento degli stimoli associati al trauma: la vittima potrebbe cominciare ad evitare situazioni esterne che ricordano o simboleggiano l’evento traumatico; nel tempo questo atteggiamento potrebbe indurre la vittima a ritirarsi dalle relazioni sociali e smettere di frequentare i luoghi abituali; l’evitamento riguarda anche l’esperienza interna nella persona che potrebbe tentare di sopprimere ricordi spiacevoli o emozioni imbarazzanti facendo uso di sostanze stupefacenti oppure semplicemente gettandosi a capofitto nel lavoro, in attività sportive, comportamenti sessuali compulsivi o infliggendosi dolore fisico mediante atti di autolesionismo.
  • Attenuazione della reattività generale: nel paziente si presenta uno stato di intorpidimento, sensibilità emozionale che porta ad una limitazione della gamma affettiva, al disinvestimento dalla famiglia, al ritiro sociale.
  • Manifestazioni di ipervigilanza: la persona sviluppa una ipersensibilità ai potenziali segnali di pericolo che la porta ad essere particolarmente in allerta ed è stato di tensione generale fino ad episodi di rabbia e di esplosività emotiva. Si accompagna anche ad una ridotta capacità di calmarsi e di addormentarsi.

La diagnosi del disturbo da stress post traumatico richiede che tutti i criteri siano presenti da almeno un mese; il disturbo deve causare un significativo disagio o disabilità in ambito sociale, lavorativo in altre importanti aree del funzionamento della persona; il disturbo non è attribuibile all’uso di sostanze o farmaci o altra condizione medica.

Disturbo post traumatico da stress cronico

A fronte di una psicopatologia quale è il disturbo post traumatico da stress sicuramente la prima cosa da fare è rivolgersi ad un professionista per una psicoterapia che consenta alla persona di ristabilire l’equilibrio perso: dal disturbo post traumatico da stress si può guarire certamente!

A tal proposito, Psikea è anche una piattaforma dove chiunque può rivolgersi ad uno psicologo professionista dalla comodità e privacy di casa propria: se senti bisogno di un aiuto, non rimandare! Iscriviti e richiedi subito il tuo primo consulto gratuito!

Alcune tecniche utilizzate con esito soddisfacente hanno come scopo il far rivivere l’esperienza del programma il clima di sicurezza mediante apposite tecniche di ipnosi, di programmazione neuro linguistica, di tecniche immaginative.

Altre tecniche di ristrutturazione cognitiva hanno come obiettivo l’identificazione e la modificazione di alcuni errori di ragionamento o di convinzioni disfunzionali su di sé sugli altri sul mondo.

Molto utili sono le tecniche di gestione dell’ansia attraverso specifici esercizi di respirazione e di rilassamento. A tal proposito, puoi andare a leggere il nostro articolo sulle Micro meditazioni e sulla pratica della respirazione quadrata.

Un’altra tecnica specifica è l’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) che si focalizza sul ricordo dell’esperienza traumatica ed è una metodologia completa che utilizza i movimenti oculari o altre forme di stimolazione alternata destra/sinistra per trattare disturbi legati direttamente ad esperienze traumatiche.

Redazione Psikea

Appassionati di conoscenza, che pratichiamo a mani nude, dalla comoda poltrona della psicologia; amanti delle soluzioni pratiche, dei nuovi paradigmi scientifici e delle piadine, pur non essendo romagnoli di origine.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Inizia a migliorare
la tua vita!

Articoli correlati

Questo sito utilizza i cookies per assicurarti una migliore esperienza di utilizzo.