Blog di Psikea

Micro meditazione: cambia la tua vita in 15 secondi

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

La micro meditazione, esattamente come una normale seduta di meditazione viene utilizzata per raggiungere una maggiore padronanza delle attività della mente, per evitare che si imposti quello che viene definito “pilota automatico”, che ci lascia in balia dei nostri pensieri e non ci fa essere presenti e consapevoli dell’istante che stiamo vivendo. È una pratica volta all’auto realizzazione che ci consente di calmare la mente e di essere lucidi.

Nel mondo ci sono tantissime tecniche di meditazione diverse, hanno diverse origini, scopi diversi ed ognuna di esse può essere più o meno congeniale al singolo.

In questo articolo analizzeremo quella che viene chiamata la “micro meditazione”. Si tratta di una meditazione facile basata su esercizi semplicissimi di concentrazione e consapevolezza. Possono essere svolti in un paio di minuti, dovunque ci troviamo e in qualunque momento della giornata riusciamo a ricavarci una “micro pausa”.

Il vero segreto delle Micro meditazioni

L’esercizio delle micro meditazioni non richiede che gli dedichiate una parte consistente del vostro tempo, anzi, i praticanti con un minimo di esperienza e di abitudine riescono a focalizzarsi su di sé per rientrare in uno stato “meditativo” in pochissimi secondi.

Troppo spesso infatti le persone cadono nell’inganno di pensare che la meditazione debba essere un esercizio lungo, difficoltoso e circondato di segreti. L’immaginario è infatti quello del monaco tibetano che ha dedicato la propria vita intera a tali pratiche.

Ecco invece il vero segreto: portare le pratiche “dentro la sua vita”, nel qui ed ora, in modo da unire vita e meditazione e poterne sperimentare i benefici in ogni momento in cui si ha bisogno di centratura, di equilibrio o di conforto.

Naturalmente essendo una meditazione facile ed un esercizio piuttosto veloce, ti bastano quei due minuti in cui sei in macchina e aspetti tuo figlio che esce da scuola, o sei in coda alla posta o ancora, nel bel mezzo del traffico. Insomma ogni qualvolta senti salire il tuo livello di stress, ti basta fermare un attimo i pensieri per ritornare alla giusta prospettiva, ricentrarti e affrontare il resto della giornata con un sorriso sulle labbra.

La micro meditazione è quindi ottima per tutti coloro che cercano tecniche di meditazione e rilassamento, ma è anche un’ ottima meditazione per principianti o per chi vuole trovare vie più pratiche che mostrino subito i loro effetti benefici nella vita di tutti i giorni.

Come fare la Micro meditazione

Gli esercizi di micro meditazione possono essere eseguiti quante volte al giorno lo si desideri, ad occhi aperti o chiusi in base alle preferenze: bastano 2 o 3 minuti di concentrazione.

Lo scopo della pratica è quello di sviluppare bravura ed abitudine così da imparare ad arrivare nello stato meditativo nel minor tempo possibile.

  1. La prima azione da fare è di portare l’attenzione sulla respirazione.
  2. Come stai respirando? I respiri sono ampi e profondi oppure trattieni il fiato? Respiri lentamente o velocemente? La cassa toracica si espande naturalmente e senza fatica oppure senti delle contratture, dei pesi? Un passo importantissimo è quello di guadagnare consapevolezza di sé e cominciare a respirare usando il diaframma, la parte più bassa del petto.
  3. Concentrati ora sul tuo corpo. Cerca di percepire e avere coscienza di ogni singola parte che compone il tuo corpo, dalla punta dei piedi fino alla testa. Prenditi il tempo che ti serve per ascoltare il flusso di sensazioni che arriva dal tuo corpo, sentilo ed ascoltalo cosi com’è, non cercare di cambiarlo, ma anzi accettalo. Hai dei blocchi? Delle contratture? Che tipo di postura hai assunto? Hai la schiena dritta o sei accasciato su te stesso? Come ti senti? Assumi una posizione dignitosa e blocca tutti i pensieri e contemporaneamente rilassa il corpo, muscolo dopo muscolo, partendo dal viso e dal collo fino ai piedi.
  4. Passiamo ora ad un livello ancora più profondo: fai un check dei tuoi organi interni e del tuo cuore. Sintonizzati sul battito del tuo cuore, cercando di percepirlo e di respirare insieme a lui. All’inizio potrai aiutarti sentendo le pulsazioni nelle vene dei polsi o del collo. Cerca di rilassare ed armonizzare il tuo cuore, i tuoi polmoni, percepisci l’aria che scorre e il sangue che circolano liberamente e cerca di immaginare tutti i tuoi organi che lavorano alla perfezione in sintonia.

Adesso come ti senti? Se percepisci altro stress puoi ripetere la pratica fino a che non ti sentirai più rilassato e centrato. 

Redazione Psikea

Appassionati di conoscenza, che pratichiamo a mani nude, dalla comoda poltrona della psicologia; amanti delle soluzioni pratiche, dei nuovi paradigmi scientifici e delle piadine, pur non essendo romagnoli di origine.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizia a migliorare
la tua vita!

Articoli correlati

Questo sito utilizza i cookies per assicurarti una migliore esperienza di utilizzo.